mercoledì 28 aprile 2010

Il cemento depotenziato dei boss


Caltanissetta. In una vasta operazione, denominata “Doppio colpo”, che ha interessato Sicilia, Lombardia, Lazio ed Abruzzo, i carabinieri ed i finanzieri di Caltanissetta hanno arrestato 14 persone e sequestrato sette aziende siciliane operanti nel settore del movimento terra su ordine del Gip di Caltanissetta, Giovanbattista Tona, su richiesta della Procura. Secondo gli inquirenti i boss mafiosi imponevano la fornitura del calcestruzzo prodotto dalla Calcestruzzi Spa alle imprese aggiudicatarie di appalti pubblici o privati “eliminando scomode concorrenze e consentendo l'espansione dell'azienda bergamasca nel mercato della Sicilia orientale”.

I post più recenti

Archivio blog

Lettori fissi