martedì 11 maggio 2010

Dubbi e segreti dello STATO-MAFIA


Siamo su uno scoglio è il 21 giugno dell’89 , il mare  è quello siciliano vicino a casa di Falcone. Sta per attuarsi l’attentato al giudice, ma non c’è solo la mafia a tentare il colpo, anche i servizi segreti sono lì “Da quello che sta emergendo dalle investigazioni, sembra che fossero due i 'gruppì’ presenti quel giorno davanti alla villa di Falcone. Uno era a terra, formato da mafiosi della famiglia dell'Acquasanta e da uomini dei servizi segreti. E l'altro era in mare, su un canotto giallo o color arancio con a bordo due sub. I due sommozzatori non erano di "appoggio" al primo gruppo: erano lì per evitare che la dinamite esplodesse.

I post più recenti

Archivio blog

Lettori fissi