venerdì 14 maggio 2010

I Lumbard della Lega? Completamente inadeguati a fronteggiare la crisi, né ricette né - tanto meno - disegni strategici


Esiste una ricetta leghista per la fuoriuscita dal declino economico, almeno in quel sesto del Paese dove i Lumbard sono diventati egemoni e il cui modello produttivo era di tipo distrettuale?

Da tempo l’economista Tito Boeri raccoglie elementi al riguardo e le risultanti sono negative: né ricette né - tanto meno - disegni strategici. Solo provvedimenti a pioggia di modesta entità per rafforzare una penetrazione elettorale: l’allentamento selettivo della (crescente) pressione fiscale come i trasferimenti finanziari occulti e discrezionali.

I post più recenti

Archivio blog

Lettori fissi