mercoledì 19 maggio 2010

Quando lo Ior trucco' le carte per difendere Andreotti


Gira e rigira il problema è sempre il solito: lo Ior. Molti dei protagonisti delle inchieste di Firenze e Perugia sulle malefatte della cricca sono legati a doppio filo al Vaticano e alle sue più alte gerarchie. 
Uno di loro, l’ex presidente del Consiglio superiore dei lavori pubblici Angelo Balducci, è certamente titolare di un conto all’Istituto Opere Religiose. 
Su altri indagati ci sono invece dei sospetti. Ci sono ipotesi che i magistrati vorrebbero verificare inoltrando una rogatoria alla Santa Sede. Fatica sprecata, verrebbe da dire. Perché, comunque andrà a finire, già oggi si sa che non si può fare troppo affidamento su carte e documenti eventualmente inviati (la scelta è del tutto discrezionale) dalla banca del Papa.

I post più recenti

Archivio blog

Lettori fissi