lunedì 14 giugno 2010

Alitalia, la cordata dei “salvatori della patria” si è sfracellata al suolo. Con la sfacciataggine di chiedere ancora soldi allo Stato ripetono in coro: "meno male che Silvio c’è"

C’era una volta il libero mercato e c’era una volta un governo, che ai quattro venti urlava di essere liberale, ma che sotto sotto non lo era nemmeno lontanamente.
C’era una volta una compagnia aerea italiana dilaniata dai debiti. Questa compagnia si chiamava Alitalia ed era stata adocchiata dai francesi di Air France che l’avrebbero voluta comprare, risistemare e risollevare.
Ma in quel regno qualsiasi normale logica di mercato veniva incatenata, stuprata e torturata per un ideale piùsquallido e grande: il potere.
In quel regno... dominava un piccolo e buffo omino pluriprescritto che, sotto la falsa motivazione della compagnia di bandiera da salvare, fece l’ennesimo regalo agli squali dell’economia italiana.

I post più recenti

Archivio blog

Lettori fissi